🏖 Spiagge

La costa dell’isola di Procida è caratterizzata da molte baie naturali e calette. E’ composta perlopiù da zone a strapiombo sul mare, ma anche diverse zone sabbiose.

Le spiagge sono facilmente accessibili via terra. Si distinguono in “spiagge calde” e “spiagge fredde”. Le calde sono le spiagge disposte ad ovest e sono illuminate per la maggior parte della giornata, quelle fredde, invece, sono ad est e già a partire dalle 15 cominciano a non avere sole diretto.

Dunque la scelta della spiaggia giusta può dipendere anche da questo dettaglio.

Tutte le spiagge di Procida in parte sono libere (l’accesso e la balneazione è totalmente gratuito) e una porzione, invece, è gestita da uno o più stabilimenti balneari. La spiaggia del ciracciolo, ad esempio, che è la più grande, ha 3 gestori.

Chiaia, Olmo, Corricella, Procida, Napoli, Campania, Italia

Ciracciello, Chiaiolella, Procida, Napoli, Campania, Italia

Ciraccio, Chiaiolella, Procida, Napoli, Campania, Italia

Pozzo Vecchio, Cottimo, Procida, Napoli, Campania, Italia

Spiaggia delle Grotte, Starza, Corricella, Procida, Napoli, Campania, Italia

Spiaggia della Lingua, Terra Murata, Corricella, Procida, Napoli, Campania, Italia

Aliscafi e traghetti attraccano a Marina Grande, in Via Roma.

 

Tutte le spiagge sono sabbiose, ad eccezione della spiaggia della Lingua che è ciottolosa, quindi in quel caso è consigliabile dotarsi di scarpette.

La sabbia invece è grossolana e molto scura, tendente al nero, di origine vulcanica. Infatti l’isola di Procida in realtà è costituita dai resti di almeno 4 vulcani. Di quest’ultimi sono ancora visibili i crateri che formano le bellissime baie  e l’isolotto di Vivara, visitabili via mare con i nostri giri in barca.

La spiaggia più bella di Procida

Non c’è una spiaggia di Procida più bella delle altre: ognuna ha una sua particolarità.

La spiaggia del Pozzo Vecchio, ribattezzata Spiaggia del Postino, è stata la location dell’omonimo film di Massimo Troisi.

A metà tra la spiaggia del Ciracciolo e quella di Ciraccio è possibile ammirare da vicino i faraglioni di Procida, strutture tufacee quasi a ridosso della riva.

La spiaggia della Chiaia ha come dirimpettai la Corricella (porto dei pescatori, dalle cento case colorate), e l’ex carcere (Palazzo d’Avalos), dunque ha una vista speciale, penalizzata dai 186 gradini che però la rendono poco affollata.

Le spiagge delle grotte (o della silurenza) e quella della lingua sono a pochi minuti dagli attracchi di aliscafi e traghetti: dunque adatte anche a chi si trattiene poco tempo o vuole godersi fino all’ultimo minuto del mare di Procida-

 

Torna in alto